percorsi trekking

il sentiero degli Dei - grado lieve 8 km 3 ore

Il Sentiero degli Dei

 

Partenza: Agerola o Praiano (Transfer privato o autobus sita da Amalfi)

Orari autobus Amalfi- Agerola.

Località di arrivo: Nocelle, una frazione di Positano.

Tempo di percorrenza: circa 3 ore.

Chilometri: 8 km.

Grado di difficoltà: lieve. Altezze Vertiginose

Ritorno ad Amalfi con trasfert privato o autobus da Positano

Orari autobus Sorrento-Amalfi.

parteneza bomerano

Da Agerola a Nocelle sulla strada degli DEI

Il Sentiero degli Dei inizia ad Agerola, un cittadina sui monti della Costiera Amalfitanaad un'altezza di circa 600mt s.l.m, a Nocelle, piccola frazione di Positano incastrata alle pendici del Monte Pertuso.

 

I panorami sconvolgenti forse hanno dato il nome al sentiero, percorretelo da Agerola a Nocelle per avere panorami sempre piu intensi e tendenzialmente in discea per avere una passeggiata piu leggera e avere davanti il i tramonti della Costiera Amalfitana e lo scorcio di Capri sempre sul l'orizzonte ..

 

Dove imboccare il Sentiero degli Dei

Il Sentiero degli Dei comincia da Bomerano, frazione di Agerola.

Per raggiungere Agerola ci sono gli autobus della Sita che partono da Amalfi, chiedete all'autista di indicarvi la fermata Bomerano. Da lì seguite la segnaletica stradale che vi porterà all'imbocco del sentiero.

Se partite da Positano: autobus fino ad Amalfi+autobus Amalfi-Agerola (2 ore)

Se partite da Sorrento: autobus fino ad Amalfi via Positano+autobus Amalfi-Agerola (3 ore)

Il sentiero termina a Nocelle, nella parte alta di Positano. Si può raggiungere il centro tramite una lunga scalinata (1500 gradini) e circa 500 metri a piedi. In alternativa c'è il servizio autobus. Da Positano ci sono autobus e traghetti per tornare a Sorrento e Amalfi.

Dove imboccare il Sentiero degli Dei

Il Sentiero degli Dei inizia da Bomerano, frazione di Agerola.

Per raggiungere Agerola ci sono gli autobus della Sita che partono da Amalfi, o un trasfert privato, se si chiede all'autista di fermarvi al pricipio del sentiero risparmierete qualche kmcmq fermarsi a Bomerano. Da lì c'è la segnaletica che da inizo al sentiero .

Il sentiero termina a Nocelle, nella parte frazion piu in alto di Positano. Si può raggiungere il centro tramite una lunga scalinata (1700 gradini) e circa 500 metri a piedi. In alternativa c'è il servizio autobus. Da Positano ci sono autobus e traghetti per tornare a Sorrento e Amalfi.

La soluzione più comoda è prenotare un transfer privato fino all'imbocco del sentiero. Si può prenotare un transfer solo andata o uno andata e ritorno. In tal caso l'autista vi aspetterà a Nocelle, frazione di Positano dove finisce il sentiero. E' anche la soluzione più conveniente, se siete un piccolo gruppo.

Prenota un transfer privato per il Sentiero degli Dei

Il Sentiero degli Dei può essere anche raggiunto da Praiano ma è necessario affrontare una lunga scalinata per passare dal livello del mare a 580 metri di altezza per arrivare al passo di Colle Serra.

 

il Sentiero degli Dei

 

Il percorso è contrassegnato da segnali del CAI in bianco e rosso con la scritta 02.

 

Da Colle Serra si percorre un primo tratto in discesa fino a raggiungere una fontana: sulla sinistra troverete la mulattiera che sale da Praiano, mentre sulla destra si prosegue per il Sentiero degli Dei.

In basso noterete il Convento di San Domenico, che invece si trova sulla strada quando si sale da Praiano.

 

Da questo punto il paesaggio cambia: da una vegetazione fatta di pochi arbusti ed erba, dove si incontrano spesso pecore e capre al pascolo, si passa alla macchia mediterranea di lecci, corbezzoli, erica e rosmarino.

Il sentiero a questo punto diventa più tortuoso, attraverso salite, discese e panorami da vertigine si passa il Vallone Grarelle fino ad arrivare al borgo di Nocelle, frazione di Positano.

 

Anticamente Nocelle era raggiungibile solo a piedi percorrendo una ripida scalinata che saliva da Positano.

Oggi potete decidere se scendere con l'autobus oppure a piedi per i 1700 gradini che vi porteranno fino ad à Arienzo frazione di positano, se è estate vi consigliamo di fare un bagnetto sulla bellissima spiagga di Arienzo .

 

Se è estate vale la pena di affrontare altri 300 scalini per scendere sulla spiaggia di Arienzo e concedersi un bagno rinfrescante.

Da Arienzo, seguendo la SS 163 per circa 1 chilometro sarete al centro di Positano.

 

consigliamo

Agerola è famosa per il fiordilatte, un particolare tipo di mozzarella fresca.

Prima di imboccare il sentiero fermatevi in una salumeria del paese per acquistare focaccia e fior di latte: potrete fermarvi lungo il percorso per un piccolo pic-nic degno degli dei!

Se invece preferite un pasto più sostanzioso, una volta superato il borgo di Nocelle, proseguite per circa 1 chilometro lungo la strada rotabile, di recente costruzione, fino a raggiungere il ristorante La Tagliata, dove pranzare su una terrazza con vista sul mare e su Capri.

 

 

La valle delle Ferriere - grado lieve 6 km 3:30 ore

la Valle delle Ferriere

a monte di Amalfi, un bosco di felci attraversato da ruscelli....

 

Il Vallone delle Ferriere è un percorso che dai Monti Lattari discende verso Amalfi attraversando boschi di felci e costeggiando ruscelli. Il nome deriva dalla presenza di ruderi di ferriere di origine medievale.

 

La zona è anche conosciuta come Valle dei Mulini per la presenza nella parte finale del percorso di mulini azionati ad acqua che servivano per la produzione della famosa carta di Amalfi.

 

Da sapere prima di mettersi in cammino:

Località di partenza: Amalfi.

Località di arrivo: Amalfi.

Tempo di percorrenza: 3-4 ore.

Chilometri: 6 km.

Grado di difficoltà: facile.

Dove imboccare il Valle delle Ferriere

 

Il punto di partenza del percorso è il borgo di Pontone, una piccola frazione di Scala, a 225 metri sul livello del mare. Per raggiungerlo si può prendere uno degli autobus della Sita che collegano Amalfi a Ravello e Scala.

 

Non tutti gli autobus deviano per Pontone: in questo caso potrete in ogni caso raggiungere Pontone a piedi partendo da Ravello o da Scala attraverso stradine facili e piacevoli.

 

Percorrere il Vallone delle Ferriere

 

 

Dalla piazza principale di Pontone percorrete la mulattiera che passa davanti alla Trattoria Antico Borgo seguendo il percorso principale (a destra vedrete delle scalinate ripide).

 

Superate un arco, sulla sinistra vi imbatterete in un originale presepe ambientato in una casa contadina con spaventapasseri e arredi casalinghi.

 

Subito dopo, sulla sinistra, comincia una lunga scalinata che porta verso Amalfi. Voi, invece, proseguite verso l'interno della valle, scendete pochi gradini e avviatevi per la piccola salita tra limoni e vigneti.

Dopo la salita comincia un sentiero che conduce fino ad un acquedotto, oltrepassato questo, dopo pochi metri scendete a sinistra.

 

Raggiungerete la prima ferriera e il Torrente Canneto. Il sentiero in discesa vi condurrà direttamente ad Amalfi costeggiando il torrente e passando attraverso i ruderi di ferriere e mulini.

 

Prima di cominciare la discesa però potete fare una deviazione per raggiungere la Riserva Integrale dove crescono gli ultimi esemplari della Woodwardia radicans, una felce risalente all'epoca delle glaciazioni, che qua sopravvive ancora grazie al particolare tipo di ambiente fresco e umido.

 

La deviazione è breve ma impegnativa: da sconsigliare se non siete in buona forma fisica o avete dei bambini con voi.

Per raggiungere la Riserva oltrepassate il torrente passando su un tronco di legno messo a mo' di ponte e percorrete un piccolo sentiero in salita che porta alle due chiuse che preludono alla recinzione della Riserva.

 

Qui l'ingresso è vietato ma alcuni si avventurano egualmente all'interno fino a raggiungere le spettacolari cascate. Se decidete di oltrepassare la recinzione vi raccomandiamo di non strappare le felci e avere il massimo rispetto dell'ambiente.

 

A questo punto tornate indietro e prendete il sentiero n. 25 che costeggia il lato sinistro del fiume e in circa 45 minuti conduce fino al centro di Amalfi.

 

Il nostro consiglio

 

Una volta arrivati ad Amalfi potete visitare il Museo della Carta dove c'è una vecchia cartiera del XIII secolo e una biblioteca con oltre 3.000 testi sulle origini della carta.

 

Per fare scorta dell'originale Carta di Amalfi potete invece recarvi presso la Cartiera Amatruda che produce ancora fogli, buste e biglietti filigranati o traforati secondo i metodi tradizionali.